… e quell’uomo gridava «Gelati!»

Allora, stamattina sono stata in quest’azienda gelatiera qui della mia zona, per il colloquio.
In pratica, la ragazza che si occupa dei rapporti con i clienti anglofoni (da quello che ho capito sono in due, una per l’inglese e una per il tedesco) è incinta, e cercano una sostituta per minimo 6 mesi. Sei mesi di cui solo i primi 10 giorni gratis, il resto tutto normalmente e pienamente retribuito!!!
Loro mi vorrebbero subito, il prima possibile – però io gli ho chiesto di preparare e dare gli ultimi esami, prima, sennò va a finire che non faccio un tubo, e già faccio fatica così che sono a casa a far niente, figuriamoci a lavorare 8 ore al giorno. Quindi si parlerebbe di cominciare dopo il 16 settembre, circa.
Inoltre, avrei anche la possibilità (anzi, praticamente l’obbligo) di andare con loro a fare l’interprete a una Fiera mondiale del settore che si terrà in Germania, a Colonia, in ottobre, e che dura una settimana. E questa sarebbe una grande possibilità, sia come esperienza che come base per tesi.

Ma ecco: la tesi.  Ho appena scritto un’email alla mia relatrice, pregando tutti i santi che conosco che non abbia ancora contattato l’ASL e fissato il mio tirocinio lì da loro – e che non si inca**i troppo, visto che lei a questa esperienza con l’ASL ci teneva molto, anche se mi aveva detto che anche il tirocinio aziendale le sarebbe piaciuto assai.

Il succo quindi è che io sono riuscita a tenere in sospeso l’azienda fino a lunedì/martedì, sperando di riuscire a comunicare con la prof entro quel giorno!

Annunci