You are currently browsing the monthly archive for dicembre 2007.

Siamo praticamente a metà delle feste. Natale e Santo Stefano sono passati, adesso rimangono solo Capodanno e l’Epifania. Che detto così sembra che rimangano dei compiti da fare, o delle stanze della casa da pulire. E invece il “solo” è dovuto al fatto che sto così bene durante queste feste che non vorrei che finissero mai.

Il 24, 25 e 26 sono passati tra pendolarismo selvaggio tra qui e casa mia, la vigilia con i suoi parenti, l’incontro (il primo in assoluto) dei miei genitori con i suoi genitori,  il pranzo con i miei parenti. Poi per fortuna ci siamo fermati di fare avanti e indietro, perchè ormai la mia macchina gridava chiedendo pietà, e anche il mio fisico ne stava risentendo – il giorno di Santo Stefano avevo accumulato un sacco di stanchezza ed ero bianca come un morto.

Il presepe è stato montato, e sta prendendo i complimenti di tutti: nonostante sia un lavoro mio, e quindi il mio giudizio non è imparziale, devo dire che è venuto veramente bene, e entrambi, io e Fabio, ne siamo stra-soddisfatti. Non abbiamo ancora fatto le foto all’opera ultimata; direi di farle domani, e così le potrò postare e attendere i vostri commenti!

Il Capodanno sarà a Verona, quest’anno, con una coppia di amici, il concerto in piazza Brà (ci aspetta nientepopodimenodi Little Tony), la notte in un bell’albergo del centro città, e poi la giornata successiva alle terme di Lazise, sul Lago di Garda. Niente male, dai, quest’anno ci siamo voluti trattare bene e concederci una serata un po’ diversa dal solito: vedremo come va!

Ore 10.30
BOSS: «Carlotta! Hai mandato l’email a questo e a quell’altro?»
CARLOTTA: «Sì, certo.»
B: «E perchè non me le hai stampate? Lo sai che le voglio stampate sennò non mi rendo conto degli aggiornamenti! Te quando fai le cose stampamele e poi me le metti qua sulla scrivania.»

Ore 14.00
[io nel frattempo avevo riempito la scrivania del boss di e-mail stampate arretrate e di oggi]
B ruggendo: «Ma cos’è tutta sta carta sulla mia scrivania?!?»
C: «Sono le e-mail che non ti avevo stampato e te lo ho stampate»
B: «Ma cosa stampate! Non voglio niente sulla mia scrivania! C’è troppo casino, dopo non capisco niente!»

Ore 17.10
B: «Ha scritto il tizio?»
C: «Si, certo.»
B: «Fammi vedere, va là!»
C: «A video o lo vuoi stampato?»
B: «Stampa stampa, lo sai che voglio le cose su cartaceo, io!»

Nel corso di questo weekend, e di un giorno passato in giro per facoltà universitarie, mi sono resa conto di quanto spacchi la spalla la borsa porta pc portatile “classica”.
Insomma, è improponibile andare in giro così: molto meglio mettere il pc in uno zainetto, in modo che almeno il peso sia distribuito su entrambe le spalle!

Il punto però è: dove posso trovare delle buste morbide porta pc, in modo che a stare nello zaino insieme a altre cose il pc non si rovini? Essendo oltretutto nero, ogni minimo graffio si vedrebbe come una segnalazione al neon!!!
Lettori informatici e e-bayisti, aiuto… 🙂

Essere in casa nostra la domenica sera, quando invece di solito sono già sulla via del ritorno in macchina.
Avere il portatile, e usufruire della gentile connessione wireless di un vicino.
Lavorare sulla tesi, con il cane che mi guarda dalla sua cuccia.
E aspettare che finisca di lavorare per cenare insieme.

Tutto questo mi dà un gran senso di stabilità.

Scrivere al buyer di una grande e rinomata catena di supermercati americani, dicendo che il nostro prodotto va conservato a -23°C, e sentirmi rispondere che le loro “attrezzature” arrivano solo fino a -10F: «non abbiamo freezer che arrivino a una temperatura così bassa».

Peccato che -10F siano esattamente -23°C.

Mi è arrivato!!! Cioè, non so se rendo, ma è un portatile coi contro fiocchi!!! 😀

Pagine

dicembre: 2007
L M M G V S D
« Nov   Gen »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31