Che bel film! Ultimamente sto vedendo molti film che mi “riempono”, e che mi danno molto a livello mentale e emotivo. E Juno è stato sicuramente uno di questi. Non solo perchè tratta in modo profondo un problema, quello delle gravidanze indesiderate tra gli adolescenti, che è sempre più sentito in tutto il mondo. Ma anche perchè lo fa non dal punto di vista bigotto e severo del mondo degli adulti, ma dall’interno, dal punto di vista di chi, incinta, ci rimane a 17 anni. E che decide poi di non abortire, ma di dare in adozione il bambino a una coppia che sembra veramente perfetta e che di figli ne vorrebbe: lui appassionato di musica e un po’ nostalgico, lei desiderosa di maternità; entrambi benestanti e felici.
Salvo poi che il mondo degli adulti è molto più complicato di quello che Juno pensa, e le cose cambiano molto in fretta. Così come cambia l’atteggiamento della ragazza e del “padre”, Bleecker, nei confronti di questa gravidanza, e nei confronti l’uno dell’altra. Dalla superficialità alla consapevolezza, dal sesso all’amore.

E poi c’è la colonna sonora, che è veramente deliziosa. Alcuni brani sono cantati proprio da Ellen Page e Michael Cera, i due giovani attori protagonisti (classe 1987 leu, 1988 lui); alcuni da Sonic Youth, Velvet Underground, The Kinks e altri.

Annunci