You are currently browsing the monthly archive for dicembre 2008.

lamiacucinaGrazie all’efficiente Ufficio Marketing di Quo Vadis, oggi ho ricevuto la mia agendina La Mia Cucina, un comodo strumento in cui potrò annotare ricette da provare, consigli di cucina, spunti, luoghi e ingredienti. Insomma, riuscirò finalmente a mettere ordine tra i miei paciughi! 🙂

Ho ricevuto l’agenda gentilmente in omaggio, e nei prossimi giorni o mesi (dipende da quanto ci metterò a riempirla) la recensirò su questo blog!

Annunci

Leggo su Repubblica che proprio oggi è stato pubblicato sul British Medical Journal uno studio americano sulla diffusione della felicità nelle reti sociali di individui, a opera dei ricercatori Jamer Fowler e Nicolas Christakis.
I risultati di questo studio sono riassumibili in poche parole: una persona felice rende felice anche chi gli sta accanto. Bella scoperta, eh?!

Una persona che abbia un amico, parente o partner felice ha una probabilità di essere anch’egli soddisfatto più alta del 9 per cento rispetto alla media.

C’è un’importante “clausola”, però: la felicità, sempre secondo lo studio, viene trasmessa da persona a persona tramite la vicinanza fisica, il contatto, la prossimità. Sono solo due gli ambienti in cui questo non riesce ad avvenire, quello lavorativo e quello telematico.

Il primo costituisce una sorta di cuscinetto, una barriera attraverso la quale la mia felicità non viene trasmessa ai miei colleghi. Sarà per l’individualismo e la competizione che caratterizzano molti ambienti lavorativi? Purtroppo nello studio non viene fatta distinzione tra i vari tipi di lavori e ambienti in cui ci troviamo a interagire quando lavoriamo, ma sarebbe curioso provare a pensarci. In un ufficio dal clima sempre teso e competitivo, sicuramente la felicità fa fatica a trasmettersi tra colleghi, e probabilmente non viene neanche espressa.
Ma in un ambiente collaborativo, dove è importante il cosiddetto “lavoro di squadra”? Nemmeno qui si trasmette la felicità? Cioè non c’è spazio per rapporti umani veri, pieni e completi? Siamo seduti tutti i giorni accanto ai nostri colleghi ma in verità non ci interessa niente di loro, facciamo il nostro lavoro non vedendo l’ora di tornarcene a casa nostra?

L’altro ambiente in cui la felicità sembra impossibilitata a trasmettersi è quello di internet, dove negli ultimi anni sono spopolati universi di aggregazione di tutti i tipi, chat, forum, community e quant’altro. E allora anche qui non c’è spazio per la vera comunità? Internet è allora sono uno spazio in cui ci rifugiamo quando la vita reale, off-line, non ci sembra abbastanza, ma che in verità non ci dà niente di più? Nessun vero scambio reale, nessun rapporto?

Pagine

dicembre: 2008
L M M G V S D
« Nov   Gen »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031