coffeeÈ tempo di riforma della scuola anche nel Regno Unito, e oggi il Guardian presenta una panoramica dei principi su cui Sir Jim Rose sta costruendo il nuovo curriculum per la primary school inglese.

Alla fine della primary school secondo il nuovo percorso di studi i bambini dovranno:

– aver familiarizzato con Twitter, Wikipedia, i blog e i podcast come elementi di comunicazione e fonti di informazione. Dovranno saper scrivere bene sia a mano che con a computer, saper fare lo spelling ma anche saper usare il correttore grammaticale;

– essere in grado di saper collocare in una cronologia gli eventi storici. Non avranno l’obbligo di studiare l’Inghilterra Vittoriana o la Seconda Guerra Mondiale, che saranno trattati nella secondary school;

– comprendere i meccanismi dello sviluppo fisico, della salute e del vivere sano, visti i problemi diffusi riguardo alla dieta, alla salute e all’attività fisica nei giovani;

– sapere come comportarsi in caso di bullismo, peer pressure, e saper negoziare e costruire le loro relazioni interpersonali.

Che ne pensano i pochi ma buoni lettori di questo blog? A me piace l’idea che ci sia in progetto una scuola meno nozionistica e più relazionale, e che sembra concentrarsi sul presente dei bambini che la frequentano. Succedesse in Italia, avrei poca, pochissima fiducia sulla sua effettiva realizzazione – ma l’efficienza degli inglesi mi fa ben sperare, in questo caso.

Annunci