You are currently browsing the category archive for the ‘Blogroll’ category.

lavoroSempre a proposito delle mie riflessioni di qualche giorno fa, Nicola mi ha linkato un post interessantissimo che mi ha un po’ rincuorato. Della serie I am not alone.

A parte qualche azienda veramente illuminata sotto questo punto di vista, è incredibile constatare, anche solo parlandone con i rispettivi dipendenti, come siano tante le aziende italiane che vogliono buttarsi nel mondo del web marketing senza però dare l’accesso ai propri dipendenti a questi strumenti.

Ma questa tesi non la riesce a digerire nessuno nelle Direzioni delle aziende?

Annunci

Leggendo il rapporto Nielsen [PDF] sulla felicità nel mondo, pubblicato a Dicembre 2008, si nota come la felicità dei cittadini di paesi diversi sia influenzata da alcuni fattori.

La vita sessuale, ad esempio, è importante per determinare la felicità in Austria, Finlandia, Norvegia, Paesi Bassi, Hong Kong, Indonesia e Vietnam.

Per essere felici in Belgio, Danimarca, Francia e Svezia, e anche in Colombia, Venezuela, Lituania e Israele, invece, oltre a essere soddisfatti del proprio partner, è importante esserlo anche della propria vita sociale.

In Nuova Zelanda, Thailandia, Filippine, Belgio, Colombia e Venezuela sono importanti anche  l’ambiente e il livello di inquinamento locali, ma non altrettanto quelli a livello globale.

Sorprende invece notare come l’ineguaglianza, la pace, o il livello di corruzione siano inversamente proporzionali al livello di felicità dei cittadini. I consumatori nei paesi in via di sviluppo infatti hanno un livello di felicità più alto di quelli che vivono in paesi dove un certo standard di vita è garantito e dato per scontato, anche se devono confrontarsi più spesso con la corruzione, la povertà o l’ineguaglianza.

In generale poi, la felicità delle donne sembra essere meno influenzata dalle condizioni economiche, e più basata sulla relazione con amici, figli, colleghi o titolari. Quella degli uomini, invece, sembra dipendere di più dal livello finanziario, e dallo stato di salute, sia fisica che mentale.

A prescindere dal concetto stesso di livello di felicità, che essendo un’emozione per sua natura non dovrebbe essere misurabile (come se dovessimo misurare il livello di amore, o di odio, o di invidia)… quali sono i parametri che influenzano la vostra felicità? 😉

lavoroInnanzitutto sono viva – e poi mi sono laureata, ormai tre settimane fa, e ho preso pure la lode! È stata una grandissima soddisfazione, anche visto tutto il tempo e l’impegno che avevo messo nelle sudatissime carte della tesi. 🙂

Il lunedì successivo alla mia laurea, dopo un weekend di relax sull’Appennino Modenese, ho cominciato a lavorare – o meglio, a tirocinare, nell’ufficio marketing di un’azienda abbastanza grande nel campo del retail. Mi trovo bene, sono contenta e penso di poter imparare molto, visto che il mio manager è uno con le contro-balle e sicuramente anche un grande formatore.

Mi sono stati affidati ben due progetti da seguire: (a) curare il rifacimento del sito web aziendale, e (b) trovare una nuova selling line.

(a) Adesso siamo ancora in una fase iniziale, sto aspettando dei preventivi da alcune web agencies “prescelte” e poi la prossima settimana le incontreremo una per una per parlarne. Il mio lavoro sarà principalmente quello di lavorare insieme a web agency (a quella che sarà eletta) e alla nostra agenzia di comunicazione per poi lanciare il sito ultimato fra 2 mesi. I soldi non ci sono, il tempo neanche… sarò il mastino che tiene a tutti il fiato sul collo, insomma!!!

(b) Qui si tratta di lavorare di fantasia. Devo raccogliere altre selling line di altri retailer, vedere come sono, cosa dicono, come si costruiscono, e poi inventarmene un po’ e proporle al Management. Speriamo che mi venga l’illuminazione!

L’ambiente aziendale, nonostante la tensione e lo stress costanti, è abbastanza giovane e amichevole, ci si dà tranquillamente del tu, e il mercato in cui lavoriamo mi sembra molto interessante. Vedremo, insomma!

lavoroLunedì ho fatto la seconda lezione di Inglese nell’azienda del post-precedente: tutto regolare, solo che è stata più noiosa della prima, visto che abbiamo fatto esercizi di grammatica per “fissare” i concetti di cui avevamo parlato, e per fare emergere nuove “magagne”! 🙂

Ovviamente la grammatica cuoce un po’ di più rispetto a fare conversazione, però ci vuole, insomma, soprattutto a questi livelli intermediate — anche se io sono contraria agli esercizi schematici di grammatica, mi tocca farli fare, ogni tanto…

Nel frattempo, la tesi è praticamente finita. Dico praticamente, e lo dico sempre a bassa voce, perchè la mia relatrice è in possesso della versione “definitiva” proprio in questi giorni, il che vuol dire che ci sarà sicuramente qualcosa da modificare prima che la versione diventi definitiva senza le virgolette intorno!
Il limite per la consegna dell’elaborato in segreteria è il 5 febbraio, con la prof ci rivedremo il 2… insomma, prevedo un paio di giornate di fuoco alla rincorsa degli ultimi miglioramenti!

Pagine

settembre: 2017
L M M G V S D
« Gen    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930